Home martedì 29 novembre 2022 Registrazione Login

Benvenuti Riduci

BENVENUTI!
nel sito dell'Unità Pastorale
di Magré, Monte Magré e Ca' Trenta

- Archivio dei foglietti settimanali in pdf (quelli che si trovano in fondo alle Chiese);
- L'orario delle messe delle parrocchie del vicariato (sotto "Vita della comunità");

- Ogni mercoledì Lectio Divina per tutti in Canonica dalle 20.30 alle 21.30 (ora su Meet);
- I numeri del Camminiamo Insieme dal 2005 ad oggi, scaricabili e consultabili on-line;
- La proposta degli Itinerari Battesimali illustrata nei suoi vari momenti con il depliand  (menù "Pastorale Familiare");
- Composizione del Consiglio Pastorale Unitario;
- Cenni storici e link riguardanti le Chiese parrocchiali;

- Il libretto con i canti consultabili in ordine alfabetico.



Per inserzioni o segnalazioni
chiamate in canonica 0445 520744

email: magre@parrocchia.vicenza.it




Registrare
Hai dimenticato la Password ?

Foglietto Settimanale
Camminiamo Insieme
Muciòn Riduci
Muciòn

Siti Amici - Link Utili Riduci

Scuola Materna
Pellegrinaggio Madonna della Corona Riduci
Pellegrinaggio Monte Magrè - Madonna della Corona

Utenti Online Riduci
Persone On-line Persone Online:
Visitatori Visitatori: 4
Membri Iscritti: 0
Totale Totale: 4

Online adesso Adesso Online:

UNITÀ PASTORALE DI MAGRÈ, MONTE MAGRÈ E CA' TRENTA Riduci
FOGLIETTO SETTIMANALE - mercoledì 23 novembre 2022
Restiamo Uniti (141) - mercoledì 23 novembre 2022

Il vangelo della prima domenica di avvento inizia ... “Come furono i giorni di Noè, così sarà la venuta del figlio dell’uomo”. l’Avvento è come un’arca che ci è donata per galleggiare sulle onde della tempesta della nostra vita. Ci sono persone che usano questo tempo per costruire l’arca e altre che sono impegnate nell’ordinaria quotidianità e continuano la loro vita nell’indifferenza. Questo tempo custodisce la notizia che Dio è in mezzo a noi. Quattro settimane in preparazione al S. Natale per far finta, magari, che Gesù nasca, per farci travolgere dalle belle emozioni e dalle buone intenzioni, dai regali da fare, dalla festa da organizzare in famiglia o con gli amici di sempre, oppure, paradossalmente, per vivere il peggior giorno dell’anno perché richiama solitudine o divisioni che abbiamo.
Queste quattro settimane ci vengono donate non per far finta che Gesù nasca, (Gesù è già nato nel suo tempo e ritornerà nella sua Gloria), ma per farlo nascere in me e in te: è un tempo che chiede spazio... Dobbiamo arrivarci con un cuore nuovo, diverso, come persone in cammino che hanno il coraggio di cambiare. E ci è dato questo tempo per costruire e darci una direzione, come nel caso dell’arca.
E viene la pace... Così nella prima lettura il profeta Isaia profetizza sognando che lance divengano falci, spade diventino aratri, e gli uomini capiscano che con la violenza e l’aggressività non si fa nulla di buono, non si va da nessuna parte. E viene la pace... Il tempo dell’avvento è un tempo dove siamo invitati a costruire la pace del cuore. Ci sono persone molto arrabbiate con se stesse, che magari proiettano la loro rabbia sugli altri. Invece quando viene il Dio della Pace tutto cambia, l’altro non è più un nemico da combattere ma un fratello da incontrare, da ascoltare. Non serve avere un fucile in mano per essere degli assassini, basta un pensiero distorto, un atteggiamento rabbioso nei confronti del mondo, del nostro lavoro, della nostra famiglia o verso Dio. Deponiamo le armi perché Gesù viene. Arriva Dio per ribaltare l’idea che abbiamo di lui, la nostra idea “devota”. Dio non è racchiuso nella religiosità, bella cara e santa ma lontana dal vero volto che Gesù ci viene a rivelare. E, se ci pensiamo, non vogliamo un Dio bambino o che possa creare ulteriori problemi alla nostra vita già complicata, ma vogliamo un Dio adulto potente muscoloso che esaudisca i nostri desideri. Il Signore afferma nel Vangelo che egli verrà. Quanti di noi invece sperano di essere lasciati nel campo, alla macina, alla mola! Non vogliamo essere interrotti nei nostri affari. L’invito e la speranza invece sono quelli di essere presi per il Regno del Padre. E come un ladro viene il Signore per scassinare il nostro cuore, perché è un tesoro prezioso per Lui, perché desidera stare con noi.
Preghiamo perché questo avvento non sia banale. Il diluvio ci permetta di salire su un’arca per diventare testimoni di pace. Credibili testimoni di Gesù Risorto.
Buon Avvento.

Giuseppe ed Elisabetta, i sacerdoti e il diacono dell’unità pastorale

 maggiori informazioni ...

Vuoi partecipare alla Lectio? - lunedì 3 ottobre 2022

Gli incontri online, ogni mercoledì sera ore 20.30, sono aperti a tutti (si, anche a te!).

Questo è il link per collegarsi

 Ci vediamo!

 maggiori informazioni ...

Intervista al nuovo vescovo nominato don Giuliano Brugnotto - domenica 2 ottobre 2022